Senza categoria

Passione per l’Ambiente con le Cartine Eco-compatibili

Trend destinato a passare o effettivo focus sull’attenzione ambientale e sul prodotto proposto al consumatore? Che sia una moda passeggera o una cura in più per il cliente poco conta: la realtà è che le cartine eco-compatibili sono riuscite a conquistarsi il proprio posto nel pantheon dell’Hand Rolling togliendo una fetta di mercato alle intramontabili cartine bianche di tipologia A. Infatti sempre più fumatori scelgono la cartina di tipologia B non sbiancata ed eco-friendly. Al di là dei dilemmi filosofici sul perché di questa scelta sia interessante, risulta importante notare che anche un settore come quello degli articoli per fumatori sia stato raggiunto dal mondo del consumo green e abbia proposto ottime cartine che offrono sicuramente un’esperienza di pregio in termini di aroma, durata e qualità. In termini di salute le cartine naturali offrono sicuramente un minor apporto di sostanze nocive durante la fumata, anche se è sempre bene tenere a mente che la cartina contribuisce alla salubrità o alla nocività della sigaretta in percentuali davvero irrisorie, è l’atto in sè che è nocivo, indipendentemente dalla qualità e dal tipo di cartina.

Perchè Scegliere le Cartine Eco-Compatibili: il Gusto è Importante

Sicuramente il gusto ha la sua importanza. Le cartine di tipo A sono caratterizzate da un gusto praticamente inesistente. Mentre invece le cartine naturali, senza aver subito alcun processo chimico di sbiancatura, rilasciano un leggero aroma legnoso, delicatamente aromatico. Queste cartine in carta naturale non sbiancata rientrano nella grande famiglia delle Tipo B, si tratta dunque di cartine a bassa densità e a combustione lenta. Sono perfette quindi per chi fuma facendo due chiacchere con gli amici: quando la sigaretta non è fumata tende a spegnersi e a non bruciare inutilmente. Va ammesso comunque che il gusto dipende molto anche dalle singole caratteristiche di ognuno, per alcuni fumatori tra cartine di tipo A e B ci possono essere differenze in termini di aroma, per altri no.

 

Cartina Eco-Compatibili: Processo di Sbiancamento Altamente Inquinante

Lo sbiancamento è una delle fasi del processo di realizzazione di una classica cartina tipo A. Si tratta di un procedimento che essenzialmente ha lo scopo di pulire la carta dalle impurità lignee. Ecco perché una cartina di tipo B non sbiancata è di colore ambrato: la componente lignea della pianta infatti non viene rimossa ed è percepita sia, ovviamente, alla vista che al tatto e al gusto.

Questa tecnica, che richiede un consistente dispendio energetico e di risorse, è possibile soltanto tramite l’impiego di diverse sotanze, prima tra tutti il cloro in combinazione con altri agenti chimici. L’utilizzo del cloro è estremamente dispendioso e assolutamente dannoso per l’ambiente. Ecco perchè molti produttori di cartine e carta stanno modernizzando i propri stabilimenti per evitare l’impiego di questa sostanza. Ma cosa conferisce lo sbiancamento ad una cartina in termini di qualità e gusto? A livello di densità e peso sembra che questo processo non alteri le proprietà della stessa: lo sbiancamento è attuato solo per conferire al prodotto finale un colore bianco. Una volta compreso il fatto che lo sbiancamento (e di quindi di riflesso anche l’inquinamento che questo processo comporta) è richiesto soltanto per un fine estetico, risulta ancora più legittima la scelta di passare alle cartine eco-compatibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *