Canapa Light

Grinder di Precisione: Scopri le Varietà di Grinders per Erba in Metallo o in Plastica

Basta forbici, dita delle mani, coltelli, mortai o frullatori: il grinder è l’oggetto che non deve mai mancare a chi fa frequente uso di marijuana o cannabis visto che è lo strumento ideale per macinare l’erba. Infatti i fumatori più esigenti non riescono a farne a meno.

Utilizzare metodologie alternative incide pesantemente sulla qualità di ciò che si va poi ad aspirare.

Il grinder, comunemente chiamato trita erba, è un utensile composto da due parti a forma cilindrica, dove all’interno si trovano dei chiodini; eseguendo un movimento rotatorio delle due parti, si ottiene la macinazione dell’erba.

I modelli di grinder di elevata qualità sono caratterizzati dalla presenza di una terza parte, che non è altro che uno scompartimento per consentire la separazione di resina, in modo da poter produrre hashish pressato.

Esistono anche quelli formati da quattro pezzi grazie alla presenza di un setaccio che raccoglie la resina della pianta.

Grinder plastica Greengo

 

Perché utilizzare un grinder?

Il grinder apporta innumerevoli benefici a chi decide di sminuzzare l’erba con questo prodotto:

  • È comodo e pratico da trasportare, visto che non è ingombrante.
  • La fumata è più fluida e di qualità decisamente superiore dato che rende i frammenti della sostanza uniformi, permettendo di assimilare più facilmente il fumo.
  • Rende l’operazione di tritatura molto rapida, rispetto ai metodi “fai da te”.
  • Quando le due parti vengono fatte ruotare, un gradevole profumo viene rilasciato, donando una piacevolissima sensazione.
  • Non c’è il rischio di alterare il sapore, visto che il contatto con le mani viene limitato.
  • Macina in maniera ottimale anche tabacco e spezie varie, come peperoncino, basilico, prezzemolo; quindi può essere usato anche quando si cucina.
  • Sono molto resistenti, quindi è un eccellente investimento nel lungo termine.
  • Permette l’estrazione del kief, ovvero i tricomi che si separano dalle cime, il quale è capace di generare effetti più intensi.

Quick grinder blu

Metallo o plastica?

In commercio esistono diverse tipologie tra le quali scegliere. Ci sono grinder elettrici, a manovella, quelli facilmente occultabili, in ceramica, in legno, in alluminio, in pietra ma i materiali più diffusi sono senza dubbio la plastica e il metallo. Ma quale scegliere fra i due?

  • Plastica: sono molto comuni da trovare. Sono solitamente costituiti da 2 o 3 parti spesso accompagnate da un apposito scomparto dedicato al kief. Hanno il vantaggio di essere molto economici, comodi e facili da trasportare. Diffidare da quelli provenienti dal mercato cinese di basso livello perché sono molto fragili e hanno i dentini che potrebbero rompersi molto facilmente, contaminando la sostanza. È fortemente consigliato optare per quelli in materiale riciclato di alta qualità.
  • Metallo: si trovano in leghe zincate, in acciaio e in titanio. Sono più costosi rispetto a quelli in plastica, ma scegliendo questo materiale, la qualità è garantita perché le infiorescenze vengono macinate sempre perfettamente. Inoltre i denti si consumano difficilmente perché sono molto resistenti e durano a lungo. I grinders in metallo sono anche molto facili da pulire. Tutti questi vantaggi rendendo la scelta di questo materiale un ottimo investimento. In aggiunta a ciò, la facile lavorazione dei metalli permette di porre “tritini” per l’erba adatti ad assecondare ogni genere di esigenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *