Canapa Light

Bong in Vetro: 4 Idee e Consigli per Utilizzarli nel modo Migliore

Esistono numerosi metodi per fumare. Uno di questi è il Bong, detto anche pipa ad acqua.

I bong sono spesso guardati con diffidenza, poiché meno frequenti rispetto alle metodologie tradizionali. In realtà questi particolari oggetti, che sembrano far parte di un laboratorio scientifico, apportano numerosi benefici a chi ne fa uso, che difficilmente si pentirà di averli acquistati.

Sono molto comuni tra i consumatori di cannabis, per questo sono particolarmente popolari nei paesi dove è consentita la suddetta sostanza a scopo ricreativo.

Possono essere composti da diversi materiali, ma il più comune è senza dubbio quello in vetro, che se trattato correttamente, perdurerà a lungo senza nemmeno scheggiarsi.

Il bong è formato da:

  • braciere: è il luogo dove viene posizionata il prodotto
  • frizione: strumento che serve a far fluire il fumo
  • gambo: è il tubo minore, posto nella parte inferiore
  • base: dove si posiziona l’acqua e da dove parte il tubo principale
  • camera ad aria: dove si accumula il fumo prima dell’aspirazione
  • bocchino: dove viene posizionata la bocca per inalare

In commercio si possono trovare bong con ulteriori opzioni, che aumentano la qualità dell’esperienza: un esempio è sono quelli caratterizzati dalla presenza di ghiaccio al fine di raffreddare il fumo, eliminando l’usuale sensazione di bruciore.

Bong in vetro

Perché fumare da un bong? Tutti i vantaggi

  • Fumo di migliore qualità: genera un fumo più salutare, lasciando una piacevole sensazione. L’acqua filtra il fumo, raffreddandolo ed eliminando molte sostanze nocive. In particolare, il bong in vetro scongiura il rischio di infiltrazione da parte di residui nell’acqua e nei polmoni.
  • Fumo più intenso: a differenza delle sigarette o delle pipe, il bong permette di assimilare maggiormente il composto aspirato.
  • Dura nel tempo: è un investimento conveniente. Dura per parecchi anni, anche in caso di fruizione quotidiana.
  • È conveniente: il costo iniziale è superiore a quello dei metodi tradizionali; ma nel lungo periodo porterà a un notevole risparmio di denaro, vista la sua resistenza nel tempo.
  • Esistono vari modelli: soddisfano tutti i gusti, poiché sono presenti innumerevoli forme, dimensioni e colori tra le quali scegliere: ad esempio sono presenti in commercio bong dal design elegante e raffinato di elevata qualità.

 

Bong vetro

 

Come utilizzare al meglio il bong in vetro? 4 Idee e consigli

Oltre ai vantaggi già citati in precedenza, i bong sono caratterizzati dalla facilità d’uso: è sufficiente riempire l’acqua nell’ampolla, accendere il braciere ed inspirare dal boccaglio; il tutto stando lontano da fonti che possono essere infiammabili.

Non tutti conoscono delle piccole raccomandazioni per rendere ancora più gradevole l’esperienza:

  • La cannabis non deve essere mai né troppo compatta (altrimenti non passerà l’aria), né troppo tritata (può essere assorbita dalla pipa durante l’aspirazione)
  • È possibile riempirlo fino all’orlo, ma è sconsigliabile superarlo perché la sostanza potrebbe fuoriuscire
  • È preferibile trattenere il fumo nei polmoni non più di due o tre secondi per non nuocere alla salute

Al fine di farli durare il più a lungo possibile, è necessario pulirli e controllarli dopo ogni sessione, per eliminare eventuali residui. La pulizia si può compiere attraverso spazzole, detergenti e soluzioni apposite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *